Bricksburg, La Città dei Mattoncini, Opere scelte 2015>2017, Spazio Opera presenta a Matera la mostra di Michele Volpicella: report e fotogallery

17 dicembre, 2016 08:05 |

Inaugurata nella serata di sabato 17 dicembre presso lo Spazio Opera in via Ridola 4 a Matera si la mostra di Michele Volpicella “Bricksburg, La Città dei Mattoncini, Opere scelte 2015>2017” organizzata da Opera Arte & Arti, in colaborazione con LEGO Certified Professional – Dirk Denoyelle. Il progetto della mostra è di Enrico Filippucci. La mostra con oltre 25 opere realizzate per l’evento è dedicata, quale fonte di ispirazione, alla città dei Sassi, affrontando questo tema in chiave metafisica, stravolgendo le cromie e la luce. Il viaggio nella pittura che compie Michele Volpicella corrisponde a un viaggio reale dalla Matera di Guerricchío ai panorami urbani e umani di Fantuzzi, con piccole soste in qualche santuario abitato da Guttuso. Questo percorso si avvale di un elemento cromatico di fondo costante, il colore caldo, una passione o una luce che qualcuno definisce mediterranea. Stando ai grigi, ai rossi, agli ocra e alle sue variazioni, stando alla serialità cubista delle quinte urbane, dei casolari dirupati dei Sassi non si deve che concordare. L’evento, realizzato in collaborazione con la LEGO, presenta inoltre un esposizione di prototipi creati dopo il felice incontro tra il Maestro Volpicella e Dirk Denoyell, responsabile per la storica casa Danese dei progetti con gli artisti, da cui scaturiscono nuove e creative idee per prodotti innovativi per il mercato. In questa occasione saranno presentati cinque nuove “sculture”. L’obbiettivo della LEGO, con grande probabilità, porterà alla realizzazione di una scatola dedicata a queste inedite realizzazioni.
Michele Volpicella ha approfondito la sua formazione artistica presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Ha frequentato le lezioni di Incisione Sperimentale di Hector Saunier direttore dell’Atelier Contrepoint de Paris(ex Atelier17) e di Tecniche dell’acquerello e calligrafia del Maestro cinese Zhang Huinan. Descritto dai critici come soggetto dotato di realistica e spiccata sensibilità cromatica, per cui le sue tele tendono a staccarsi dalla figurazione abituale, acquistando pregio nei colori come nelle stesse sceneggiature ricche di echi nordici, avvolte e sospese in un’atmosfera silente che potremmo definire metafisica. È presente in collezioni pubbliche e private.
La mostra resterà aperta fino al 15 gennaio 2017 tutti i giorni nei seguenti orari: 10,30 – 13/17,30 – 21 – Ingresso libero, chiuso festivi e il lunedì. Info: Opera Arte e Arte, telefono 0835.256473 – mobile: 335.7835212 – mail: [email protected]

La fotogallery della mostra “Bricksburg, La Città dei Mattoncini, Opere scelte 2015>2017”  (foto www.SassiLive.it)

Lascia un commento