Annamaria Marasi e Consuelo Mangifesta a Matera per il libro “PVF Latte Rugiada Matera 1992/1993: la stagione dei record” di Claudio Amendolagine e Mario Giordano

4 gennaio, 2018 18:51 |

 

Amarcord, emozioni e sorrisi nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi per la presentazione del libro “PVF Latte Rugiada Matera 1992/1993: la stagione dei record”, a cura del materano Claudio Amendolagine e di Mario Giordano, senese con famiglia di origine materana.

Per la presentazione ufficiale sono intervenute due “stelle” di quella squadra invincibile, Consuelo “Ramba” Mangifesta e Annamaria Marasi, pronte ad abbracciare i numerosi fans che negli anni novanta hanno vissuto dal vivo le gesta della mitica Pvf Matera. Al tavolo con gli autori anche la scrittrice Tiziana D’Oppido e Giorgia Mele, figlia del giornalista Stefano, che curava anche gli articoli del volley femminile per la Gazzetta del Mezzogiorno. L’evento è stato promosso dall’Associazione A.S.D. Running Matera all’interno del progetto “Mens sana in corpore sano”.

“Vincere Tutto” – La PVF Latte Rugiada Matera 1992-1993 racconta una storia di sport, ma anche molto di più. Sullo sfondo della narrazione sportiva di una stagione in cui tutti i record furono battuti, c’è la città di Matera che in quegli anni balzava agli onori delle cronache nazionali ed europee grazie alle campionesse di pallavolo.

Consuelo Mangifesta, oggi responsabile relazioni esterne, eventi e comunicazione della Lega Pallavolo Serie A Femminile, ritorna sempre con piacere nella città in cui ha vinto tutto quello che si poteva vincere con la pallavolo femminile: “Io a Matera ci torno spesso e le facce le vedo abitualmente. Poi grazie ai social sono in contatto costante con gli amici materani. Però starci di persona è un piacere particolare”.

Un libro per raccontare le vostre gesta, si colma una lacuna? “Hanno avuto una bella tempistica perchè a 25 anni dal famoso triplete, il grande slam con la vittoria di Scudetto, Coppa Campioni e Coppa Italia, sia il giusto coronamento per ricordare delle imprese che una squadra femminile è riuscita a fare e che è rimasta l’unica perchè non è stata ripetuta da nessuno. Questi due ragazzi sono stati coraggiosi perchè non era facile e per me stare in copertina di questo libro è un onore, vuol dire che qualcosa per Matera ho rappresentato”.

Matera è arrivata sul tetto d’Europa due volte e lo hai ricordato più volte anche sui social, prima con le vostre vittorie e poi con il titolo di capitale europea della cultura. Cosa vuoi dire in proposito? “Lo continuo a dire e fa capire quanto sia felice. La vittoria di Matera 2019 è completamente diversa perchè ha dato a Matera le ali per volare e spero che le utilizzi in maniera opportuna, però con un pizzico di orgoglio per la terza volta, perchè le prime due l’abbiamo portata noi e non è poco”.

Oggi Matera non esprime una squadra di pallavolo, sia in campo maschile che femminile, cosa pensi in merito? “Vedremo di lavorarci sopra. Se divento milionaria compro una squadra e la porto a Matera”.

Annamaria Marasi, un triplete storico quello della Pvf, tra l’altro eguagliato solo dall’Inter nel calcio nel 2010: “E’ passato tanto tempo però la soddisfazione di aver anticipato l’Inter è molto tempo. I ricordi sono un po’ sfumati ma sempre nel cuore bellissimi”.

Cosa ti regala tornare a Matera? “Sempre la stessa emozione. E’ un grande piacere, come tornare a casa. Ci torno sempre volentieri e oggi ho portato anche mio figlio per la prima volta. Un grande affetto, un grande calore e una grande felicità”.

Qual’è stato l’anno più bello tra quelli vissuti a Matera? “Forse quello del triplete ma ogni anno ha avuto una bellezza particolare. Il primo anno è stato esageratamente bello perchè nessuno si aspettava la nostra vittoria ed è stata una grande sorpresa. Il secondo anno abbiamo fatto le grandi vittorie come la Coppa Campioni, poi negli anni successivi abbiamo avuto non sempre sorprese bellissime ma in generale non ci possiamo proprio lamentare. Anche quando piano piano altre atlete cominciavano ad andare via noi comunque riuscivamo a vincere delle competizioni molto importanti, come la Coppa dei Campioni nel 1996 e anche lì non se l’aspettava nessuno. Noi abbiamo mantenuto alcune di noi un rapporto di amicizia bellissima. Con Consuelo dopo tanti anni siamo ancora tanto amiche e l’amicizia più grande è comunque con Matera”.

Claudio Amendolagine, qual’è stata la molla che ha fatto scattare il desiderio di scrivere questo libro? “La molla è stata il desiderio di far rivivere quegli anni, anni che non sono mai più tornati e che restano gli anni più belli non solo per me ma per tutta Matera. Il libro nasce per rivivere quei ricordi. Avevo tanto materiale che pubblicavo su un blog on line. Mario mi ha proposto di trasferire quello che pubblicavo su internet in una versione cartacea”.

Mario Giordano, senese con papà materano: “Vengo da una famiglia materana e quindi in famiglia ho sempre sentito parlare della Pvf quando avevo 11 anni. Tramite giornali, racconti e tv ho seguito le vicende e poi ho pensato di fare un regalo concreto alla comunità materana. Sull’onda di Matera 2019 ho pensato che fosse un bel regalo per tutti avere qualcosa in mano che ricordasse quei momenti”.

La pubblicazione narra l’impresa della squadra di pallavolo femminile Pvf Matera che in una sola stagione riuscì a conquistare Campionato, Coppa Italia e Coppa dei Campioni, ossia tutto quello che c’era da vincere.
Il libro pubblicato dalla casa Editrice Extempora è un cammino narrativo e di immagini inedite del “triplete” in salsa materana.
E’ disponibile in tutte le librerie di Matera e di Siena, città dei due autori, e online sui maggiori portali di libri online (Amazon, La Feltrinelli, Unilibro.it, Libreriauniversitaria.it)
La prefazione è stata curata dall’ex sindaco di allora Acito, dalla figlia del grande giornalista materano Stefano Mele, dal giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Gaetano Campione e dalla ex Nazionale e adesso dirigente sportiva e telecronista italiana Consuelo Mangifesta, simbolo di quella squadra, che proprio con la maglia di Matera conquistò 4 Scudetti, 3 Coppe Italia e 2 Coppe dei Campioni.
Un regalo per tutti i tifosi, appassionati di sport e di volley, per conservare il ricordo di quell’incredibile e indimenticato Grande Slam.

Michele Capolupo

La fotogallery della presentazione del libro “PVF Latte Rugiada Matera 1992/1993: la stagione dei record” (foto www.SassiLive.it)

Lascia un commento