Si è spenta a Matera la poetessa Ida Generosa Noia, il ricordo di Carlo Abbatino

12 dicembre, 2017 19:43 |

Di seguito il ricordo di Carlo Abbatino e la poesia composta da Ida Generosa Noia in occasione della conquista del titolo di capitale europea della cultura nel 2019 da parte della città di Matera. La poesia è contenuta nel libro “Poesie dettate dal cuore” edizione Graficom.
Noia Ida Generosa, già insegnante elementare, rimasta vedova giovanissima, ha ripreso a lavorare nella scuola in qualità di impiegata amministrativa e una volta in pensione si è dedicata alle sue passioni, la musica e la poesia, dilettandosi pure nella composizione di brevi riflessioni sotto forma di liriche. Oggetto dei suoi scritti sono spesso i valori della persona umana, visitati ed esaltati in una versione fortemente religiosa. Ama il prossimo, specialmente se molto sofferente, più di se stessa, obbligata dal suo passato cosparso di molti episodi dolorosi. Di lei nella prefazione l’avvocato Emanuele Calculli scrive: “Le poesie di Ida Generosa Noia sono le specchio del suo animo ricco di virtù, religioso, sensibile e gentile oltre ogni immaginazione. Essere un poeta o una poetessa significa far parte della cerchia dei fortunati, dei soddisfatti di chi possiede una magnifica autostima, di chi sa suscitare involontariamente invidia ma anche ammirazione”. Ed io aggiungo: Donna delicata e altamente coerente con le vicissitudini della vita, Ida Generosa Noia è carica di una umanità interiore che la contraddistingue. E, forte e pregna di amore per il prossimo, ella esprime nella raccolta “Poesie dettate dal cuore – Frammenti di pensieri, sensazioni, considerazioni, riflessioni” con prefazione dell’avvocato Tommaso Calculli, quei raggi di luce che l’aggradano ogni qualvolta il suo animo si avverte sensibile e pronto a dipanare versi che hanno la dolcezza, il ritmo fluviale della circolazione del suo sangue che danno l’input al cuore di battere per coniare parole, sensazioni, sentimenti. E proprio il cuore per Ida è considerato un “contenitore di sensazioni che si accende, brilla e gioisce. Non delude ma appaga. E’ un gioiello che immane che appaga tutti e non tradisce mai e che pur nella sofferenza emana sempre amore ed è soprattutto un filo diretto con Dio”.

In queste parole che sono versi della poesia sono connotate le peculiarità della persona quale è Ida Generosa Noia. Tra l’altro non ci vuole chissà quali elementi di empatia per poterne verificare nella immediatezza l’alone di bellezza interiore che ha la gentile signora, pronta a vivere la quotidianità sempre carica di un sorriso, chiara espressione degli occhi così belli che non possono girare lo sguardo altrove perché calamitanti. Ella è dotata di un plus di grande forza d’animo e “L’anima” per lei si eleva e l’essere ne gode. Partecipa a tutto nella vita come fonte benefica le consente di far parte di un mondo luminoso, diverso e celestiale”, ecco quindi che la sua solarità esplicitante e naturale viene tradotta nella sua espressione poetica.

La poetessa Ida è una attenta lettrice della vita per cui le sue “Poesie dettate dal cuore” ti somministrano dosi di tranquillità e di riconoscenza nei suoi confronti perché la dolcezza con la quale le esprime sono un toccasana della vita che è sempre pervasa da problemi, sofferenze, ansie. Molte non hanno titolo ma vanno ugualmente nel percorso di vita che l’autrice si da per ritrovare integre ogni qualvolta le vorrà rileggere, perché ogni volta assumono una lettura diversa e un concepimento di considerazioni diverse. La sua dedica riportata in copertina “Ricordi scritti da Generosa dedicati a coloro che li leggeranno”personalmente l’accetto di cuore perché il suo scrivere poetando mi ha colto il cuore nello spazio giusto nel vedere quanto l’animo e l’anima di Ida Generosa Noia è rivolto all’altro con delicatezza. Grazie di esistere e grazie per avermi consegnato un libro che ha una ricchezza elevata di come la vita si esplica nella sua evoluzione”.

Carlo Abbatino

Matera, città Capitale della cultura

E la città s’illuminò

di gioia

Osannante fu il grido

Vittorioso.

Matera esulta

abbraccia

il mondo

con fierezza.

Crede in Dio, ringrazia

il suo sguardo

amico.

La cultura e la storia

sono visibili

apprezzabili:

valori importanti riposte

in essa.

Il grande sogno

si è avverato.

Amabile, gradita

a tutti

si presenta sempre

più affascinante

piena di misteri

suscitando meraviglia

ricordi primordiali.

Il tempo le ha dato

ragione

e continuerà ancora

regalando i suoi spunti

le sue ricchezze,

i suoi sogni.

Generosa ore 18,30 del 17.10.2014

 

Poesie dettate dal cuore

 

Lascia un commento