Si è riunito il Cda della Fondazione Matera-Basilicata 2019: le decisioni approvate all’unanimità

26 gennaio, 2018 17:21 |

 

E’ uno dei temi affrontati nel corso dell’ultima seduta del cda della Fondazione Matera-Basilicata2019 svoltasi nel tardo pomeriggio di giovedì 25 gennaio e conclusasi in serata alla presenza di Aurelia Sole, Presidente della Fondazione e Rettrice Università di Basilicata; Elio Manti, collegato in videoconferenza, su delega del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella; Salvatore Adduce su delega permanente del Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri.

Hanno partecipato, inoltre, la Manager Sviluppo e Relazioni, Rossella Tarantino, il Manager Amministrativo e Finanziario, Giuseppe Romaniello, e la Segretaria della Fondazione, Elvira De Giacomo.

Nel corso della riunione si è deciso di mettere in campo azioni per accelerare il trasferimento delle “Risorse per Matera, Capitale europea della cultura 2019” a valere sulla Legge 27 dicembre 2017. A tal scopo verrà inviata una specifica richiesta di incontro al Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, alla presenza del Sindaco De Ruggieri, e del Presidente della Regione Pittella, al fine di stabilire le modalità del trasferimento.

La discussione si è poi concentrata sulla sede della Fondazione considerato che quella attuale non è in grado di ospitare il numero di dipendenti e collaboratori previsti dal piano di fabbisogno di personale per il 2017.

Il CdA, pertanto, ha confermato il mandato al Manager Amministrativo e Finanziario di attivare con urgenza le pratiche amministrative per la locazione di immobili idonei ad ospitare il personale della Fondazione, mediante una manifestazione di interesse.

Inoltre, considerato che alcuni dei luoghi dove sono previste le quattro grandi mostre non sono ancora utilizzabili, il cda ha deciso di interessare il rappresentante del Consiglio dei ministri, Salvo Nastasi, al fine di favorire in tempi brevi la identificazione dei luoghi, considerato che una parte cospicua degli interventi riguarda il Contratto istituzionale di sviluppo.

Il Cda ha approvato, inoltre, il “Modello di organizzazione e gestione ai sensi del D.Lgs. 231/01 e Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza ai sensi della L. 190/12”. Allo scopo di favorire una supervisione delle policy di anticorruzione adottate dalla Fondazione, il CdA ha deciso anche di inviare tale deliberazione con relativi allegati al Commissario del “Coordinamento regionale delle iniziative antiracket e antiusura”.

Infine, il Manager Amministrativo e Finanziario ha comunicato che la Regione Basilicata, con DGR n. 1425 del 29.12.2017 ha approvato uno schema di convenzione al fine di attivare un rapporto di collaborazione tra gli uffici stampa di Regione e Fondazione.

Tutte le decisioni sono state assunte all’unanimità.

Lascia un commento