“Per la mia terra” – spettacolo teatrale “Abito in Scena”- chiesa della Madonna del Carmine – Palazzo Lanfranchi – Matera

Domenica 14 gennaio 2018 alle 18 e alle 20 a Matera presso la chiesa del Carmine adiacente al Museo di Palazzo Lanfranchi la compagnia “Abito in Scena” presenta lo spettacolo “Per la mia terra”.

“Per la mia terra” ainfatti nasce da un percorso, in continua evoluzione, che vede racconti e testi poetici declinarsi in quadri attraverso le parole sul tema della Terra, Terra lontana, amata, Terra Nostra. Terra che trema, terra che accoglie.

Il lavoro esprime un legame forte con la Basilicata, essendo peraltro tutti lucani i componenti della compagnia, e sono proprio di alcuni giovanissimi lucani diversi testi inseriti nella performance.

Alcune immagini ci riportano in un passato comune, alla storia, ma il concetto di Terra diventa qualcosa di intimo e universale, un “senso” cui dobbiamo restituire il nostro esserne parte, inevitabilmente…

Il lavoro nasce mutevole, ma ha partiture ben definite, viene proposto solo in luoghi non convenzionali in cui l’architettura e l’ambiente si incastrano con parole, musica e luci rendendo la rappresentazione unica, perché di volta in volta il luogo la caratterizza e soprattutto la alimenta.

A PerLa Mia Terrasi accede preferibilmente con prenotazione, poiché i posti sono limitati. Sarà comunque possibile accedere anche senza prenotazione fino alla disponibilità consentita. E’ previsto un biglietto unico di 3,00 euro.Prenotazioni:mobile+39 342 9458761 o mail [email protected]

Lo spettacolo è interpretato da Monica Palese per la regia di Leonardo Pietrafesa, fondatori storici della compagnia Abito in Scena.
Abito in Scena nasce con l’intento di promuovere la cultura attraverso forme artistiche variegate che hanno nella creatività la loro libera sperimentazione, produce e distribuisce i propri spettacoli, che sinora sono stati rappresentati in Basilicata e al di fuori dei confini regionali.

Abito in Scena è impegnata da sempre in attività rivolte al superamento del disagio sociale, in tal senso il progetto capofila è TeatrAbili, un laboratorio che sinora è stato condotto nei Dipartimenti di Salute Mentale, all’interno degli Istituti Penali e dei Centri diurni per l’accoglienza dei disabili. Abito in Scena opera anche nella sfera del teatro ragazzi, allestendo spettacoli e laboratori contro il disagio giovanile e per la formazione degli insegnanti.

Il teatro si propone ancora in veste di corsi sulla società multiculturale, spettacoli in appartamento e sedute di lettura creativa per famiglie. Azioni è invece il percorso della compagnia che si propone di trasferire il teatro in luoghi non convenzionali, focalizzando l’ attenzione del pubblico sul significato in continua evoluzione dei termini sperimentazione e contaminazione.

Sede operativa di Abito in Scena è il SotTeatro, luogo/non luogo dove vengono realizzate iniziative culturali che uniscono teatro, musica, poesia e cinema, nell’ottica di uno scambio continuo e di una crescita collettiva. Abito in Scena è ideatrice e organizzatrice del Festival FPT – teatro in breve giunto all’ottava edizione.