Al via attività di volontariato dei migranti a Irsina

14 maggio, 2018 15:07 |

Da diversi anni la città di Irsina ospita, presso Villa Signoriello, moderna struttura ricettiva, un centro di prima accoglienza per migranti.
La città, superando comprensibili difficoltà iniziali, ha accolto i ragazzi provenienti da tanti Paesi, con i loro sogni ed i loro drammi.
Tante le attività messe in piedi dalla Cooperativa Sociale RS6 di Irsina in questi anni, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con altre associazioni irsinesi: da manifestazioni sportive (un calcio al razzismo), a scambi culturali intensi basati sulla gastronomia tradizionale o sulle favole dei vari Paesi di provenienza.
Tante le esperienze fatte dai ragazzi ospiti della comunità irsinese, da corsi di educazione stradale alla partecipazione ad eventi, quali il Carnevale irsinese o manifestazioni dell’estate irsinese.
“In un momento storico in cui si avverte in alcune opinabili dichiarazioni politiche, basate sul facile consenso e su demagogiche considerazioni, l’avversione nei confronti di uomini che abbandonano la propria terra in cerca di fortuna, rischiando la propria vita (e spesso perdendola) in durissime traversate, abbiamo pensato – afferma il Sindaco Morea, di stimolare i ragazzi a partecipare alla vita del paese, integrandosi con i cittadini.
E così, seguendo le indicazioni della Prefettura di Matera e del Coordinatore delle politiche migranti della Regione Basilicata Pietro Simonetti, abbiamo messo a punto un protocollo di intesa, siglato dall’Associazione Culturale Ruggiero Dite.Pa e dalla Coop. Sociale RS6 grazie al quale si realizza un progetto di inserimento sociale che si esplica in attività di volontariato svolto in ambiti di utilità sociale e di pubblico interesse.
Il protocollo prevede il coordinamento e la formazione da parte del Comune, attività egregiamente svolte dal Geom. Canio Pettinato, l’organizzazione delle attività da parte dell’Associazione Ruggiero Dite.pa, mentre a carico della Coop. Sociale RS6 sono posti gli oneri assicurativi e eventuali strumenti, attrezzature e dispositivi di protezione.
Grande soddisfazione è espressa dal Vice-Sindaco Arpaia che informa che da lunedì 14 maggio hanno avuto avvio le attività di collaborazione nella cura del verde pubblico e pulizia dell’abitato da parte di cinque ragazzi ospiti della struttura e provenienti da Gambia, Ghana, Nigeria e Costa d’Avorio.
Il Vice Sindaco ringrazia la Coop Sociale RS6 e l’Associazione Ruggiero Dite.pa per aver dato impulso alla splendida iniziativa che consente di migliorare l’integrazione sociale all’interno del paese e che fa sì che i ragazzi ospiti di Villa Signoriello possano sentirsi parte della comunità dando il loro contributo in modo volontario.
Il sindaco Nicola Morea conclude dichiarando che “l’azione rientra appieno nelle politiche sociali avviate dall’Amministrazione e che sono dirette ad un pieno e totale coinvolgimento di chi vive la città di Irsina. La città è più bella se vissuta e partecipata attivamente dai cittadini, a qualunque titolo presenti. L’integrazione, poi, è un processo che si realizza attraverso la conoscenza, lo stare insieme e non attraverso attività imposte forzatamente”.

migranti volontariato

Lascia un commento