Associazione Gian Franco Lupo consegna defibrillatore alla comunità di Oliveto Lucano

12 marzo, 2018 18:25 |

In una gremita sala consiliare, nella serata di domenica 11 marzo, alla presenza di tantissimi e attenti cittadini, delle locali autorità civili e militari e delle associazioni locali, l’Associazione Gian Franco Lupo ha donato alla comunità olivetese un defibrillatore.
Grazie all’importante opera dell’Associazione Gian Franco Lupo, anche il piccolo paese alle pendici del Monte Croccia si è dotato di questo importante strumento salvavita.
Durante l’incontro è intervenuto il dott. Francesco Dimona, Direttore della Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera.
Il dott. Dimona, olivetese di origine e, da sempre, molto legato e attento al suo paese natio, ha efficacemente illustrato la metodologia di attivazione della catena del primo soccorso “laico” in caso di arresto cardiaco nonché la funzione e il ruolo del defibrillatore all’interno della predetta catena.
Invece, l’Ing. Michele Lupo ha evidenziato le innumerevoli e straordinarie attività di vero volontariato compiute, nella massima trasparenza, dall’Associazione Gian Franco Lupo in tutto il territorio regionale, nazionale e anche internazionale spinti dalle nobili e profonde, nonché dolorose, motivazioni che hanno condotto alla nascita ed allo sviluppo dell’Associazione.
Inoltre, nel corso dell’incontro di domenica sera, sempre grazie all’impegno e alla disponibilità dell’Associazione Gian Franco Lupo e del dott. Dimona, sono state già raccolte tante adesioni per la partecipazione ad un corso specifico finalizzato a formare i cittadini olivetesi al corretto utilizzo del defibrillatore.
Pertanto, grande riconoscenza viene espressa dall’Amministrazione comunale di Oliveto Lucano, guidata dal Sindaco Antonio Romano, per questo importantissimo gesto di attenzione, ricco di solidarietà, da parte dell’Associazione Gian Franco Lupo. Infatti, alla luce della conformazione orografica del territorio e della notevole distanza dai presidi ospedalieri (sia in termini chilometrici che di tempo), la consegna del defibrillatore rappresenta, sicuramente, un dono particolarmente prezioso e significativo per tutta la comunità olivetese.

Lascia un commento