Trifone Busto vince a Matera la 35^ edizione del Vivicittà: report e foto

15 aprile, 2018 10:00 |

Trifone Busto, barese di Adelfia, 33 anni, ha vinto a Matera la 35^ edizione del Vivicittà, manifestazione podistica a circuiti compensati organizzata dall’Uisp. Busto, alla sua seconda partecipazione con la Running Team D’Angela di Turi, ha concluso i tre giri da 4 chilometri in 42’54”. Al secondo posto il materano Antonio Francolino, 42 anni, in forza all’Athlos Matera, con il tempo di 43’16”. Terza posizione per l’irsinese Giuseppe Trabace con il tempo di 45’08”. Tra le donne ha trionfato Rosa Rella, in gara per l’Athlos Matera, al traguardo con il tempo di 53’56”. Seconda posizione per Giusy Criscuolo, in forza a Bitlossi Monte Run di Montescaglioso, terza la bernaldese Patrizia Petrocelli, iscritta alla Polisportiva Re-Cycling. Soddisfatto per il successo il barese Busto: “Lo scorso anno sono arrivato quinto, quest’anno sono riuscito a vincere migliorando il mio tempo di un minuto e mezzo”. La corsa agonistica è partita simultaneamente in 48 città in Italia e 12 all’estero e è stata organizzata anche in 27 istituti penitenziari maschili e femminili di molte città italiane, dal Beccaria di Milano a quello di Rebibbia di Roma. La corsa che intende affermare la sostenibilità, i diritti e l’ambiente ha fatto registrare quest’anno una novità sostanziale: gli organizzatori del Comitato Uisp di Matera hanno accettato la proposta di suddividere le partenze, dedicando quella delle 9,30 ai 56 agonisti iscritti e di far partire alle ore 11 la passeggiata ludico-motoria di 4 chilometri, con circa 1200 partecipanti al Vivicittà 2018.

Il percorso anche quest’anno ha interessato piazza Vittorio Veneto, via del Corso, via Ridola, via Lucana, via XX Settembre, via Annunziatella, via Marconi, via Piemonte, via Umbria, via Sicilia, via Cererie, via Fratelli Rosselli, via Stigliani,
via XX Settembre e piazza Vittorio Veneto arrivo.

La piazza, come ogni anno, è stata animata con attività ludico-motorie e laboratori destinati a bambini e ragazzi.

Lo slogan di questa edizione di Vivicittà è “Attività sostenibili” per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica, sui temi della vivibilità ambientale e sociale. Una corsa per promuovere un nuovo
modello di sviluppo basato sul rispetto per l’ambiente e quello per tutte le persone. Una sostenibilità che passa attraverso la condivisione di valori quali solidarietà e integrazione, contro discriminazioni e pregiudizi.

Vivicittà è una corsa podistica messaggera di pace e convivenza, che sostiene i bambini che fuggono dalla guerra in Siria attraverso un progetto di cooperazione internazionale ed educazione, in collaborazione
con la Fondazione Terre des Hommes.

Vivicittà gode della Medaglia del Presidente della Repubblica, del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero dell’Ambiente, del ministero della Giustizia, del ministero del Lavoro e
delle Politiche sociali, del ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale.

Vivicittà è sostenuta da: Marsh, broker assicurativo leader in ambito sportivo e da Premia, fornitore ufficiale. C’è la collaborazione della
Fidal, di Radio 1 Rai, di Corriere dello Sport, di Agenda 21 e Lifegate.

Michele Capolupo

La fotogallery dell’edizione 2018 del Vivicittà (foto www.SassiLive.it)

 

Lascia un commento