Matera-Monopoli, giudice sportivo: mister Auteri punito con altre tre giornate di squalifica

6 febbraio, 2018 13:53 |

Pur essendo squalificato durante l’intervallo della gara tra Matera e Monopoli mister Auteri è entrato negli spogliatoi per dare le sue indicazioni alla squadra. Inoltre nel secondo tempo impartiva disposizioni tecniche posizionato in tribuna, dialogando con la propria panchina. Al termine della gara avvicinava un addetto federale rivolgendogli reiterati insulti. Per questi motivi il tecnico Auteri, già squalificato per la gara contro il Monopoli, è stato squalificato per tre giornate dal giudice sportivo. Auteri salterà quindi la trasferta sul campo della Paganese, la gara interna contro il Siracusa e la trasferta sul campo del Racing Fondi.

Nella foto www.SassiLive.it il tecnico Auteri in tribuna durante la gara contro il Monopoli

auteri

 

Lascia un commento

11 commenti

  1. 3 mesi  

    Francesco

    Un comportamento da principiante! ma forse anche lui è stanco di restare a Matera e di sedersi in panchina.

  2. 3 mesi  

    francoewf

    credo che un addetto ai lavori conosca benissimo il regolamento e sa a cosa va incontro se fa come ha fatto Auteri, non posso pensare che Auteri non sapesse, essendo squalificato, cosa non poteva fare e cosa invece poteva fare; questo comportamento mi lascia pensare che il nostro Auteri stia facendo di tutto per andar via da Matera altrimenti non si spiegherebbe tutto cio’, un po’ quello che è successo l’anno scorso quando nel girone di ritorno diversi giocatori come Carretta, Iannini e qualcun altro rimediavano ammonizioni e sopratutto espulsioni a raffica con falli assurdi e incomprensibili.
    Si calmi Auteri con insulti e comportamenti poco consoni verso la classe arbitrale, non sono gli arbitri a complottare contro il Matera o a indirizzare le partite contro il Matera, la nostra squadra ha enormi problemi di gioco, non costruisce occasioni da rete come abbiamo visto nelle tre deludenti partite contro Cosenza,Reggina e Monopoli; caro Auteri la stima nei tuoi confronti rimane inalterata, hai fatto tanto per il Matera, ma non è il caso di inveire contro arbitri e addetti federali, il Matera ha enormi problemi di natura tecnica il gioco in primis e tanti giocatori inadeguati, il fatto di farsi squalificare per tre giornate in questo modo danneggia solo la squadra.

  3. 3 mesi  

    francoewf

    sono personalmente convinto conoscendo e masticando calcio da tantissimi anni che nell’arco di un campionato i meriti di una squadra vengono fuori, non credo che arbitri o addetti federali complottino verso quella o quell’altra squadra, i punti in classifica rispecchiano realmente il valore di una squadra, scagliarsi contro la classe arbitrale non ha nessun senso e non produce nessun risultato se non quello di farsi squalificare e danneggiare la propria squadra, tantissime volte gli arbitri vengono presi a pretesto, come alibi per coprire le magagne tecniche di una squadra, ma è cosi’ difficile santa Iddio ammettere che la nostra squadra è tecnicamente modesta, che molti giocatori che abbiamo sono inadeguati, che non abbiamo gioco; siamo ancora a pensare che c’è l’omino dietro le quinte che complotta contro il Matera??

  4. 3 mesi  

    Il comportamento di Auteri in occasione della gara contro il Monopoli è stato o voluto da vero pollo. Giustamente come gli amici che mi hanno preceduto non è ammissibile che lui non sapesse cosa andava incontro. A questo punto mi viene anche a me il sospetto che Tanino sia stufo di questo Matera in quanto lui, nell’arco della sua carriera, sia abituato a vincere o quanto meno lottare sempre per qualche traguardo. Farebbe bene a chiarire con il Presidente quali siano veramente le sue intenzioni. In questo modo la tifoseria sarebbe più soddisfatta e non si sentirebbe presa in giro con questi stupidi risvolti.Voglio augurarmi che il Presidente chiarisca una volta per tutte quello che veramente sia successo o che succederà alla nostra squadra del cuore.
    Pasquale Fontana

  5. 3 mesi  

    Iron Man

    Secondo me il mister si aspettava di più dal mercato di gennaio. E visto che non è stato accontentato adesso si sta facendo squalificare. Anche per me lui non vede l’ora che questo campionato finisca così sarà libero di trovare squadra. Tutto questo fa presagire che ormai l’era Columella è alla fine.

  6. 3 mesi  

    gielle

    Io da tempo dico che uno dei problemi che abbiamo è Auteri, e questa ulteriore squalifica è la prova di un allenatore che ha perso il controllo della situazione. Vai negli spogliatoi quando non puoi, ti metti alla luce del sole a dare disposizione alla squadra, e poi insultava l’ addetto federale, è interessante scoprire il motivo, forse era colpa dell’ addetto che non abbiamo fatto un tiro in porta. Oltre a questo forse solo lui non si rende conto che i 3 attaccanti la squadra non li regge, non a caso che nei secondi tempi siamo sulle ginocchia. Per la sua fissazione del 3-4-3 abbiamo giocatori spompati e fuori ruolo. Mi sapete spiegare a che serve Angelo se l’ attaccante più alto è di 1.50 mt. Un vecchio allenatore bravo nella preparazione diceva che gli infortuni muscolari non avvengono mai per sfortuna ma per cattiva preparazione fisica. A noi sono infortuni numerosi e soprattutto lunghissimi, a cosa è dovuto tutto ciò?
    Ultima considerazione, è da parecchio che il Presidente non si vede al solito posto a seguire la partita è un cattivo segnale per caso?

  7. 3 mesi  

    VINCERE

    Auteri non vede l’ora che finisca questa farsa per poter andar via. L’unica spiegazione alla squalifica è che anche lui nn ha più voglia e né sá più cosa dire a ogni fine partita in questo girone di ritorno. Non ci sono obiettivi, nn ci sono motivazioni, nn c’è stato mercato, presidente assente, nn c’è nulla ed il risultato é questo. Una squadra che va avanti per inerzia in attesa della fine del campionato: questo é quello che si vede……

    • 3 mesi  

      peppe74

      Io condivido la gestione di Columella,
      Noi dobbiamo metterci in testa che non siamo il Lecce o il Catania ecc.
      Dopo gli sforzi fatti per allestire una squadra come quella dell’anno scorso di solito a Matera abbiamo visto fallire miseramente le società in altre occasioni.
      Invece quest’anno il Matera ha monetizzato e abbassato il monte ingaggi, e nonostante tutto sta disputando un campionato più che degno.
      Se Auteri non ha più stimoli in questa città c’è ne faremo una ragione, la priorita per questa città è avere una squadra in serie C.
      Piuttosto me la prenderei con una lega che continua ad allontanare i tifosi dallo stadio facendo giocare le partite in orari improponibili e anche con coloro che pensano di essere appassionati di calcio stando a casa a guardare la Juve, l’Inter, il Milan ecc

  8. 3 mesi  

    MATERANOMATERANO

    Voci di corridoio dicono che Auteri si sia già accordato con una squadra che il prossimo anno gli metterà a disposizione una corazzata per stravincere la Legapro. Qui a Matera corazzate non ne ha mai avute. Ha avuto però il merito di valorizzare calciatori spesso mediocri. Ma non si fanno le nozze con i fichi secchi. Il suo ciclo è ormai terminato.

  9. 3 mesi  

    gielle

    Andiamoci piano a chiamare farsa questo campionato, non molti anni fa per vedere il Matera giocare bisognava andare al campo della zona Paip. Questo è un campionato dove non possiamo puntare alla promozione ma a un tranquillo traguardo magari play off e toglierci qualche soddisfazione. Io personalmente non avrei neanche fatto mercato a gennaio. Anzi mi sarei liberato di qualche giocatore che ci costa parecchio come ingaggio, tanto con 2/3 corazzate tipo Lecce, Catania e Trapani la promozione era in miraggio. Riguardo Auteri anch’io penso che forse non è l’ allenatore giusto per una squadra che non ha l’ obbiettivo della promozione. In una squadra come la nostra invece di essere un valore aggiunto diventa un danno.

  10. 3 mesi  

    francoewf

    la grande occasione il Matera l’ha avuta nel primo anno di Auteri, quella stramaledetta semifinale play-off contro il Como grida ancora vendetta, quella squadra meritava di andare in B, sono convintissimo che se avessimo superato il Como avremmo vinto a mani basse contro il Bassano la finale;quella era una squadra che divertiva tanto e segnava anche tanto, peccato quella partita contro il Como, quel secondo tempo dovevamo gestire molto meglio il vantaggio di 1-0, ricordo pero’ che la nostra squadra era sulle ginocchia e nei tempi supplementari non ne avevamo piu’ per poi fallire i rigori perchè non avevamo piu’ forza fisica e lucidità; peccato davvero era quella l’occasione d’oro.