Siracusa a Matera con l’ex dg Pino Iodice: “Ecco perchè il Matera ha perso il treno per la serie B”

13 febbraio, 2018 16:34 |

E’ durata solo sei mesi l’avventura di Pino Iodice a Matera nel ruolo di direttore generale. Poi il rapporto con la società biancoazzurra è stato interrotto e nell’estate scorsa il dirigente campano è stato chiamato dal Siracusa. Con gli eratusei di scena domenica prossima sul campo del Matera per Pino Iodice sarà la prima volta da ex allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno. Lo abbiamo intervistato per SassiLive.

Pino Iodice da ex a Matera con il Siracusa, sarà una partita particolare? “E’ particolare perchè sono stato nella scorsa stagione a Matera e quindi è una storia recente dal punto di vista professionale ma attendo questa gara come tutte le altre. Per quanto riguarda il Siracusa devo dire che è in ripresa, veniamo da due vittorie in casa e un pareggio in trasferta. La squadra è in salute. Sarà una bella partita perchè le squadre di Auteri lasciano giocare e sicuramente uscirà fuori una bella partita per chi avrà il piacere di vederla allo stadio”.

Come giudica il calo del Matera con l’avvio del nuovo anno? “Mi dispiace per il Matera che vive un’annata anomala rispetto ai programmi iniziali ma io penso che il treno per la B l’ha perso l’anno scorso. Se avessimo preso Mazzeo il Matera avrebbe conquistato la B. La trattativa era già sistemata e avevo ottimi rapporti con Lombardi del Benevento. Il mio rammarico è doppio, non solo perchè non è venuto al Matera ma anche perchè Mazzeo è andato a rafforzare una diretta concorrente come il Foggia, che poi ha vinto il campionato. Se Mazzeo lo avesse avuto il Matera avremmo festeggiato la promozione in serie B”.

Michele Capolupo

Nella foto Pino Iodice allo stadio XXI Settembre-Frano Salerno di Matera (foto www.SassiLive.it)

iodice perchè

Lascia un commento

5 commenti

  1. 2 settimane  

    VINCERE

    Tutto vero quel che dice, l’anno scorso era l’anno della B e Iodice aveva costruito una gran bella squadra che, fino a dicembre sia pur con una rosa ristretta, asfaltava tutto e tutti e poi Il DG voleva rinforzare la squadra anche nel mercato di gennaio, ma sicuramente le sue idee sono state smontate dal buon Saverio, che nn ha voluto sborsare per Mazzeo e di conseguenza nn ha voluto la B che era veramente tutta nelle nostre mani, con le concorrenti tramortite dalla forza del Matera.
    Lo scorso campionato era quello giusto per salire… avevamo tutto dalla ns parte, ivi compreso l’entusiasmo del pubblico.
    Oggi lontano anni luce….

  2. 2 settimane  

    MATERANOMATERANO

    Purtroppo è tutto vero quello che dice Iodice. Questa Società è piena di contraddizioni e assurdità. Ultima quella del possibile tesseramento di Iannini.

  3. 1 settimana  

    francoewf

    eccoci al dunque!! i nodi vengono al pettine come sempre!! due squadre del Matera di Auteri sono state veramente forti: il primo Matera di Auteri e quello dell’anno scorso! avevamo una gran bella squadra lo scorso anno, abbiamo fatto un girone di andata straordinario schiacciando tutte le avversarie, poi quel girone di ritorno anomalo con partite regalate letteralmente agli avversari, dilapidando completamente l’ottimo girone di andata; a fine girone di andata l’anno scorso ero sicuro saremmo andati in B, si vociferava di Mazzeo quindi qualcosa di vero c’era e sul piu’ bello cosa abbiamo fatto?? abbiamo rinunciato a lottare per la B!!
    Un sogno cullato per quasi 40 anni mandato a monte sul piu’ bello, scusatemi lo sfogo ma ora devo dire quello che penso!! Credo che nelle stesse condizioni l’immenso Salerno avrebbe fatto carte false per procurarsi Mazzeo e per finire il girone di ritorno con la promozione in B!! Del resto tra Salerno e Columella c’è una differenza abissale in quanto a comportamenti,esperienza,conoscenza della materia calcistica e voglia di emergere, non ho mai avuto dubbi in proposito, signori si nasce come diceva il vecchio Totò.
    Sul piu’ bello lo scorso anno, abbiamo volutamente mollato, dopo aver costruito una gran bella squadra che metteva sotto chiunque, con un attacco davvero molto prolifico, ma mi chiedo che cosa lavora a fare il presidente se poi quando costruisce una signora squadra non ci crede nelle imprese sportive e demolisce volutamente tutto?? lasci perdere Columella, dopo la grandissima delusione dello scorso anno, dopo aver illuso tutti i tifosi, è meglio che si faccia da parte, avrei preferito perdere la serie B lottando fino all’ultima giornata piuttosto che mollare l’intero girone di ritorno in quel modo, nel momento topico di prendere Mazzeo (e sappiamo cosa ha fatto nel Foggia lo scorso anno) che si fa?? ma sì lasciamo perdere giochiamo il girone di ritorno a perdere, abbiamo visto tutti lo sfascio della squadra; se posso dare un consiglio ad Auteri, lasci perdere il Matera vada in qualche piazza piu’ blasonata cercando di conquistare cio’ che a Matera non gli hanno permesso di fare, abbiamo bisogno di una società con dirigenti e presidente che abbiano entusiasmo e voglia di osare, non di persone che sul piu’ bello se la fanno sotto e demoliscono cio’ che di veramente bello si era costruito, abbiamo bisogno di persone serie che non illudono i tifosi, abbiamo bisogno di persone di grande esperienza calcistica non di improvvisatori, male ha fatto Auteri ad accettare di fare un altro campionato con il Matera sapendo con chi aveva a che fare, Auteri merita di meglio che il Matera, ci fosse stato un altro presidente competente in quel ruolo saremmo andati in B a occhi chiusi.

  4. 1 settimana  

    Carissimi miei amici tifosi, andiamoci piano a quello che abbia dichiarato Pino Iodice. Io sono dell’avviso che bisogna sentire tutte due le parti. Troppo bello ad accusare quando l’altro non sia presente. Pino Iodice quando andò via da Matera non disse nemmeno una parola. Adesso che fa parte del Siracusa e guarda caso domenica sarà di scena al XXI Settembre, getta veleno sul Matera per accattivarsi simpatie.Sono certo che i motivi dello scorso anno sono ben altri. Anche il Caso Mazzeo fu quest’ultimo a scegliere Foggia anziché Matera.
    Pasquale Fontana