Falchi Hockey Club Matera condanna il Pesaro alla seconda sconfitta nella città dei Sassi

14 gennaio, 2018 19:44 |

Falchi Hockey Club Matera concede il bis nella seconda partita del campionato cadetto superando il Pesaro per 3-2. Di seguito tabellino, cronaca e fotogallery del match.

Hockey su pista, serie B

Falchi Hockey Club Matera-Pesaro 3-2

Falchi Hockey Club Matera: El Haouzi, Sacco, Quadrato, De Bari, Boccassini, Abbattista, Mele, Calia, Tedesco, Cancelliere. All. Barbano

Pesaro: Cavedon, Barberi E., Benoffi, Giacomini, Barberi A., Lodovici, Molari, Gasparini, , Storti

Reti: De Bari 5’44, Benoffi 10’57, Boccassini 29’47, Barberi 39,06, Quatraro 45,44

Prima gara tra le mura amiche per i ragazzi guidati da Michele Barbano.
Ospite dei materani il Pesaro di Edgar Barberi, un avversario più ostico della passata stagione questo Pesaro, rivisto e rinforzato da nuovi elementi come l’esperto Cavedon. La squadra allenata da Barberi aveva giá mostrato la sua nuova identità riuscendo ad ottenere un ottimo risultato contro l’altra formazione materana allestita per la promozione in serie A2 e ulteriormente rinforzata da due elementi provenienti dalla serie A1(una sconfitta ma risicata per i marchigiani). Una gara bella, molto combattuta, che ha visto ottime giocate da entrambe le parti. C’è soddisfazione in casa Falchi, si avvertiva il bisogno di “misurare” la squadra. Quello che ne è scaturito, é che si è creato un gruppo che lavora in sintonia con qualità.
“Sono molto contento per il risultato e soprattutto per la prestazione – dichiara a fine partita mister Barbano- la squadra ha risposto bene e ha messo in campo tutto ciò che aveva sia sotto l’aspetto fisico che sotto quello tecnico rimanendo sempre unita e compatta (come volevo fosse) e pronta a macinare gioco, a ripartire velocemente in contropiede come dimostra la nostra rete della vittoria, nata da un bellissimo contropiede finalizzato da un assist perfetto di Pietro Abbattista per Gianluca Quatraro che ha bucato la porta avversaria in modo impeccabile. Mi aspettavo di giocare contro un Pesaro molto chiuso, ostico in fase difensiva, schierato a zona. Ho chiesto ai miei atleti molta pazienza e attenzione nell’impostare le azioni con precisione nei passaggi per poter arrivare alla conclusione in maniera pulita, senza forzare le azioni correndo il rischio di subire contropiedi. Quando non ci siamo riusciti, il nostro portiere Joseph El Haouzi si è fatto trovare attento e pronto evitando di subire gol in diverse occasioni. Mi è piaciuta la sinergia tra la difesa e il portiere, hanno gestito benissimo le situazioni di difficoltà che sono arrivate soprattutto nel finale quando la squadra marchigiana ha tentato vari assalti alla ricerca del pareggio. Lavoreremo per migliorare qualcosa in fase conclusiva. Abbiamo sprecato quattro punizioni di prima e non siamo sempre stati pericolosi in contropiede. Qualche disattenzione e l’assenza di Cirilli e Antezza, ci costringono a parlare di ben altro risultato rispetto a quello che sarebbe potuto maturare. Gli errori commessi sono stati però ripagati dalla tenacia e dalla voglia di vincere che ci ha tenuti attaccati alla partita senza mai mollare”.

La fotogallery del match

Lascia un commento